Il progetto Migrempower per integrare migranti e rifugiati

Attualmente migranti e richiedenti asilo rappresentano una grande sfida per l'intera Europa. L’integrazione dei migranti e il flusso di rifugiati sono diventati oggetto di un costante dibattito nei vari paesi europei. Quando non motivata da atteggiamenti xenofobi di netta contrarietà, la discussione si è incentrata su come promuovere approcci, politiche, teorie e pratiche di integrazione. La convivenza civile e il rispetto reciproco devono essere costruiti attraverso interventi mirati nei sistemi di informazione, formazione e di supporto all’inserimento sociale e lavorativo.

In questo filone di tematiche il progetto MIGREMPOWER, di cui è capofila l’organizzazione spagnola RED2RED, ha lo scopo di contribuire alla lotta contro la discriminazione verso i migranti e rifugiati, sostenendo il riconoscimento dei loro diritti di cittadinanza, promuovendo la convivenza tra comunità riceventi e comunità di migranti e rifugiati e considerando la formazione come elemento indispensabile per la promozione della coesione sociale e dei processi di integrazione.

Stiamo parlando di un progetto sostenuto dal Programma Erasmus Plus dell’Unione Europea che coinvolge 8 partner[i] di 6 paesi dell'UE (Spagna, Italia, Cipro, Germania, Austria e Francia) impegnati a raggiungere come risultati: a) acquisizione e sviluppo delle competenze sociali e civiche da parte dei beneficiari (migranti e / o rifugiati); b) acquisizione / rafforzamento di strumenti metodologici e di intervento da parte di soggetti che lavorano con migranti e / o rifugiati nel campo dell'orientamento, la valutazione di competenze, l’autovalutazione e l’empowerment; c) scambio di buone pratiche tra organizzazioni partner,  al fine di aumentare le loro conoscenze, competenze e acquisire nuove metodologie.

L'incontro iniziale dei partner di progetto si è svolto in Spagna a dicembre 2017, a marzo il prossimo[ii].

Gli obiettivi più operativi del progetto sono: • effettuare uno studio per comprendere e diffondere le buone pratiche volte a promuovere l'inclusione sociale e la lotta contro la discriminazione; elaborare strumenti relativi a diverse dimensioni volte a promuovere l'emancipazione di migranti e rifugiati, rendendoli immediatamente utilizzabili da professionisti che lavorano con i migranti; • inserire migranti e rifugiati in quei processi indirizzati a valorizzare le loro conoscenze e competenze professionali, fornendo loro strumenti per migliorare la loro occupabilità; • scambiare esperienze tra i partner sui processi di integrazione in modo da trasferirli ai policy makers.

La fase in corso, che terminerà nel mese di marzo e che vede impegnata - nel coordinamento e nella redazione conclusiva - l’Associazione Nuovi Lavori con gli altri partner, è quella dello studio sulle politiche e le buone pratiche rivolte all'integrazione sociale e lavorativa dei migranti e dei rifugiati. Con questo studio si metterà a punto: l ‘analisi del quadro giuridico a livello nazionale e comunitario relativo all'inserimento sociale dei migranti e dei rifugiati; l’analisi delle buone pratiche selezionate sull'integrazione sociale nei 6 paesi per conoscere le indicazioni che emergono e che saranno oggetto di immediata disseminazione e successiva verifica nello sviluppo successivo del progetto. Verrà presentato e discusso nel prossimo incontro di Lipsia un report complessivo[iii].

Nel frattempo sono già stati realizzati alcuni strumenti informativi quali il volantino la prima newsletter ed il  sito web in cui  è possibile accedere ai contenuti ed ai contatti.

SITO INTERNET: http://migrempower.eu/en/

 

note

[I] I partner sono :RED 2 RED CONSULTORES SL (Spagna) con il compito di responsabile del progetto; COOP SOCIALE SAN SATURNINO ONLUS (Italia);  CENTRE FOR ADVANCEMENT OF RESEARCH AND DEVELOPMENT IN EDUCATIONAL TECHNOLOGY (Cipro); WISAMAR BILDUNGSGESELLSCHAFT (Germania) ;  SUDWIND VEREIN FUR ENTWICKLUNGSPOLITIK UND GLOBALE GERECHTIGKEIT (Austria);  ASSOCIATION MIGRATION SOLIDARITE &ECHANGE POUR LE DEVELOPPEMENT (Francia);  ASSOCIAZIONE NUOVI LAVORI (Italia); FUNDACION ACCION CONTRA EL HAMBRE (Spagna). 

[II] L’agenda delle prossime riunioni sono: Germania a Marzo 2018; Austria a Agosto 2018; Cipro a Gennaio 2019; Italia a giugno 2019.

[III] Contenuti del report sono: • Analisi dello stato dell'arte dei migranti e dei rifugiati nel contesto europeo e nei paesi partner;• Contesto europeo: quadro giuridico relativo all'integrazione sociale e lavorativa dei gruppi target, quali regolamenti, dichiarazioni e raccomandazioni della Commissione, documenti di lavoro, carte dei diritti e altri documenti pertinenti; • Contesti nazionali: politiche relative all'integrazione sociale e lavorativa dei migranti e dei rifugiati (quadro giuridico e sociale) e processi e strumenti che favoriscono o ostacolano la loro integrazione nei paesi partner del progetto; • Buone pratiche di integrazione dei migranti e dei rifugiati (almeno 10 per ogni paese) precedentemente selezionati dai partner e che coinvolgono stakeholder nazionali (associazioni di migranti, ONG, servizi pubblici e privati, ecc.); • Un'analisi comparativa dei principali elementi e aspetti emersi durante la ricerca, concentrandosi sugli aspetti di inclusione ed esclusione; • Raccomandazioni politiche sull'inclusione sociale elaborate sulla base dei risultati (che saranno distribuiti tra i responsabili politici e la pubblica amministrazione in ciascun paese partner).