NEWSLETTER APPROFONDIMENTO

INFORMAZIONI n.249 del 4/2/2020

''MADRID, DAVOS, ASSISI: EPPUR SI MUOVE''

di Raffaele Morese
chi-ancora-occorre-per-una-lotta-vincente-i-lavoratoriTra dicembre scorso e gennaio di quest’anno, tre eventi di diversa natura hanno riguardato il complesso problema del clima e del destino della Terra. Il primo è stata la Conferenza mondiale dell’ONU Cop25 a Madrid (2 -13 dicembre 2019) nella quale i Paesi partecipanti non hanno trovato un’intesa sui...
di Romano Prodi*
la-nuova-agenda-ue-empowerment-e-politica-ambientaleDopo avere cercato di riflettere sui problemi che l’Italia dovrà affrontare nei prossimi mesi, non è uno sforzo inutile dedicare altrettanta attenzione alle sfide che l’Unione Europea si troverà di fronte nell’anno da poco iniziato. Le principali linee d’azione presentate dalla Presidente della...
di Gualtiero Bassetti*
il-manifesto-di-assisi-segno-di-speranzaCarissimi amici e amiche, porgo un saluto affettuoso a tutti i presenti e un grande incoraggiamento agli organizzatori di questa iniziativa e agli estensori del Manifesto di Assisi. Si tratta, infatti, di un Manifesto di grande importanza perché parla a tutti gli uomini e le donne della società odierna;...
di Donato Speroni*
i-leader-non-sanno-come-affrontare-il-cigno-verdeOgni anno, alla vigilia dell’incontro di Davos, il World economic forum (Wef) diffonde il Global risks report, ricavato da un’indagine tra top manager ed esperti sui maggiori rischi che corre l’umanità, in termini sia di gravità che di probabilità. Rispetto all’anno scorso, si accentuano le...
di Gianluca Zapponini*
davos-non-potra-ignorare-l-allarme-dell-oxfam-parla-becchettiForse, il World Economic Forum di Davos non poteva arrivare in un momento più complesso di questo. Un momento nel quale un’élite di 2.153 Paperoni detiene una ricchezza superiore al patrimonio di 4,6 miliardi di persone, mentre alla metà più povera della popolazione resta meno dell’1%. In altre parole,...
di Celestina Dominelli*
niente-accordo-a-madrid-ecco-perche-la-trattativa-e-fallitaConferenza mondiale dell’Onu sui cambiamenti climatici Cop25 in corso a Madrid rischia un nulla di fatto. I quasi 200 Paesi riuniti nella capitale spagnola non hanno finora trovato un compromesso accettabile sui temi più complessi e divisivi, a cominciare dall’articolo 6 dell’Accrdo di Parigi sulla...
di SYMBOLA*
l-italia-in-10-selfieL’Italia dà il meglio di sé quando incrocia i suoi cromosomi antichi, la sua identità, con le sfide che il futuro ci pone.  Sfide epocali come la risposta ai cambiamenti climatici e la sostenibilità dello sviluppo possono avere dal nostro Paese un contributo importante: fatto di un modo di produrre...
di Redazionale
green-deal-quel-che-c-e-da-sapere-sul-fondo-per-una-transizione-giustaPer la realizzazione del Green Deal europeo, la Commissione Ue prevede di mobilitare almeno 1000 miliardi di euro pubblici e privati in dieci anni. A questo fine ha proposto un meccanismo e un Fondo per una transizione giusta, che “si concentrerà sulle regioni e sui settori maggiormente colpiti dalla...
di Manifesto di Assisi
il-manifesto-di-assisiAffrontare con coraggio la crisi climatica non è solo necessario ma rappresenta una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro. È una sfida di enorme portata che richiede il contributo delle migliori energie tecnologiche,...
di Oxfam*
5-motivi-per-combattere-le-disuguaglianzeDal 22 al 25 gennaio leader politici ed esponenti del mondo economico internazionale si incontrano a Davos in Svizzera per il meeting annuale del Forum Economico Mondiale. Alla vigilia del meeting, pubblichiamo il nostro nuovo rapporto “Bene pubblico o ricchezza privata?” in cui denunciamo come il...