Seguici anche su Youtube

Newsletter

Sguardo sul rapporto tra cinema e lavoro; l’anno 2001

Prosegue il nostro viaggio tra i film che nel tempo hanno rappresentato il mondo del lavoro e dell’economia. In questa trentasettesima parte ci occupiamo delle pellicole dell’anno 2001.

Come sempre, prima della rassegna dei film ricordiamo quelli che sono, a nostro avviso, i principali eventi dell’anno preso in esame.

1º gennaio: iniziano il XXI secolo e il III millennio.

6 gennaio: in Città del Vaticano Papa Giovanni Paolo II chiude i battenti della Porta Santa della Basilica di San Pietro e chiude l’Anno giubilare; negli Stati Uniti invece la Corte Suprema dichiara George W. Bush vincitore delle elezioni presidenziali. 

A febbraio in Afghanistan il regime dei talebani ordina la distruzione delle due antiche statue del Buddha di Bamiyan.

A marzo in Kenya un gruppo di antropologi scopre, vicino al lago Turkana, un ominide vissuto 3,5 milioni di anni fa.

Il 28 marzo gli Stati Uniti annunciano che non intendono ratificare il Protocollo di Kyōto.

Il 9 maggio studiosi italiani scoprono in meteoriti batteri che riacquistano mobilità e si riproducono: prova che la vita terrestre potrebbe venire dallo spazio.

A giugno nel Regno Unito il Partito laburista del premier Tony Blair vince le elezioni politiche.

In Jugoslavia l’ex presidente serbo Slobodan Milošević viene estradato all’Aja su richiesta del Tribunale penale internazionale.

Kofi Annan viene rieletto per acclamazione Segretario generale dell’ONU per un secondo mandato, 

Ad agosto il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi nomina senatore a vita la scienziata e Premio Nobel Rita Levi-Montalcini.

L’11 settembre negli Stati Uniti quattro gruppi di terroristi islamici dirottano aerei di linea e si dirigono verso quattro obiettivi. Ne colpiscono tre: le due Torri gemelle di New York, il Pentagono a Washington, mentre il quarto aeroplano cade in Pennsylvania. Le due Twin Towers crollano dopo meno di un’ora di incendi devastanti. Complessivamente in questi quattro attacchi muoiono circa 3.000 persone mentre sono più di 6000 i feriti. La data dell’11 settembre 2001 verrà ricordata in seguito come quella del più grande attentato terroristico di tutti i tempi.

Il 4 settembre il Congresso americano autorizza l’uso della forza. Il presidente George W. Bush proclama lo stato d’emergenza. Per Bush i primi sospettati degli attentati sono Osama bin Laden e Al Qaeda. Bush afferma che gli americani vogliono bin Laden vivo o morto.

A fine anno in alcuni Stati dell’Unione europea vengono abolite le valute nazionali (ad esempio in Italia la lira) e sono sostituite dall’euro.

 

Premio Nobel per la Pace 2001

Il premio Nobel per la Pace 2001è assegnato all’ONU e al suo Segretario Generale Kofi Annan.

La motivazione è: “…per il loro lavoro per un mondo meglio organizzato e più pacifico e per l’impegno in difesa dei diritti umani e per il ruolo di mediazione per evitare i conflitti globali”.

Su Kofi Annan, il comitato rileva che “ha dedicato quasi la sua intera vita lavorativa alle Nazioni Unite e come Segretario Generale si è distinto nel portare nuova vita all’organizzazione”.

 

Veniamo ai premi cinematografici assegnati nelle principali rassegne e festival nell’arco dell’anno 2001.

 

 

Premi Oscar 2001

Film A Beautiful Mind (Ron Howard)

Regia Ron Howard A Beautiful Mind

Attore prot. Denzel Washington Training Day

Attrice prot. Halle Berry Monster’s Ball

Attore non prot. Jim Broadbent Iris

Attrice non prot. Jennifer Connelly A Beautiful Mind

Premi alla carriera

A Ernest Lehman, in apprezzamento ad una quantità di variegate e durature opere.

A Jack Cardiff, maestro delle luci e del colore.

Premio alla memoria Irving G. Thalberg: a Dino De Laurentiis

 

 

Vincitori al Festival di Cannes 2001

La giuria presieduta dall’attrice norvegese Liv Ullmann ha assegnato la Palma d’oro per il miglior film a La stanza del figlio di Nanni Moretti

L’ultimo precedente vincitore italiano era stato, nel 1978, Ermanno Olmi con L’albero degli zoccoli.

Vincitori del Festival di Venezia 2001

 

Leone d’oro al miglior filmMonsoon Wedding – Matrimonio indiano di Mira Nair

Leone d’argento – Gran premio della giuriaCanicola (Hundstage) di Ulrich Seidl

Coppa Volpi al miglior attore: Luigi Lo Cascio per Luce dei miei occhi

Coppa Volpi alla miglior attrice: Sandra Ceccarelli per Luce dei miei occhi

Leone d’oro alla carrieraÉric Rohmer

 

Vincitori del Festival di Berlino 2001

L’Orso d’oro è stato assegnato al film Intimacy – Nell’intimità del regista francese Patrice Chéreau.

L’Orso d’argento per il miglior registaLin Cheng-sheng per Ai ni ai wo

 

L’Orso d’oro alla carriera è stato assegnato all’attore statunitense Kirk Douglas.

 

 

Sono poche quest’anno le pellicole che trattano il tema del lavoro e praticamente nessuna di rilevante nel nostro paese. Citiamo due film statunitensi, due che arrivano dall’Asia e due opere di noti registi, campioni nell’affrontare le tematiche sociali e del lavoro: Loach e Cantet.

 

Vediamo i migliori che abbiamo scelto:

 

Baby Boy – Una vita violenta      USA 2001

Con la regia di John Singleton e con gli attori: Tyrese Gibson, Taraji P. Henson, Omar Gooding, Snoop Doggy Dog, Tamara LaSeon Bass, Candy Brown Houston, Ving Rhames.

 

Los Angeles: 36 anni, nero e disoccupato con due figli da due donne diverse vive ancora con la madre. E’esponente di una generazione di giovani afroamericani che respingono le responsabilità. 

The Shipping News – Ombre dal profondo   USA 2001

Con la regia di Lasse Hallström  e con gli attori: Kevin Spacey, Julianne Moore, Judi Dench, Scott Glenn, Rhys Ifans, Pete Postlethwaite, Cate Blanchett.

 

Dopo la morte della moglie il tipografo Quoyle, lascia New York e si rifugia con la figlia in un villaggio di pescatori di Terranova (Canada), trovando sé stesso, un nuovo lavoro come giornalista e un nuovo amore. Tratto dal romanzo Avviso ai naviganti (1993) di E. Annie Proulx, premio Pulitzer.

 

  Le biciclette di Pechino    Cina 2001

Con la regia di Wang Xiaoshuai  e con gli attori: Cui Lin, Li Bin, Zhou Xun, Gao Yuanyuan, Li Shuang, Yiwei Zhao, Yan Pang.

 

Storia di una mountain-bike, rubata al fattorino Guei  e contesa da Jian , studente, suo coetaneo, che l’ha acquistata di seconda mano. 

Baran   Iran 2001

Con la regia di Majid Majidi e con gli attori Hossein Abedini, Zahra Bahrami, Mohammed Amir Naji.

 

Il manovale iraniano Lateef scopre che un suo compagno afghano, clandestino e da lui maltrattato, è una bella ragazza costretta a travestirsi per trovare lavoro. 

 

Paul, Mick e gli altri      GB-Germ.-Sp. 2001

Con la regia di Ken Loach   e con gli attori: Joe Duttine, Steve Huison, Tom Craig, Dean Andrews, Venn Tracey, Sean Glenn.

 

Sheffield,1995. Un vecchio deposito delle ferrovie britanniche è privatizzato. Vi lavora una squadra di operai manutentori – che nella nuova situazione conoscono cassa integrazione, flessibilità nei licenziamenti, lavoro precario, ferie non retribuite, incentivi salariali di produttività. Loach racconta la fase conclusiva dello sfaldamento sociale operato dai governi conservatori e consolidato da quello del laburista Tony Blair.

 

Ricette d’amore           Germ. 2001

Con la regia di Sandra Nettelbeck  e con gli attori Martina Gedeck, Sergio Castellitto, Maxime Foerste, Sibylle Canonica, Katja Studt.

 

Martha è la chef di un raffinato ristorante francese di Amburgo. Due avvenimenti le cambiano la vita: la cura improvvisa di una nipotina di sette anni, figlia della sorella morta in un incidente, e l’arrivo in cucina di Mario, allegro cuoco italiano. 

 

A tempo pieno     Fr. 2001

Con la regia di Laurent Cantet

e con gli attori Aurélien Recoing, Karin Viard, Serge Livrozet, Jean-Pierre Mangeot, Monique Mangeot, Nicolas Kaisch.

 

Vincent non osa dire alla famiglia e agli amici di aver perso il suo ben retribuito lavoro di consulente finanziario e finge di aver trovato un nuovo e più prestigioso impiego all’ONU di Ginevra. Mente per mesi “a tempo pieno”. Dramma psicologico sui temi del lavoro come identità e della disoccupazoione.

Operai, contadini    It.-Fr. 2001

Con la regia di Danièle Huillet, Jean-Marie Straub

E con gli attori Angela Nugara, Giacinto Di Pascoli, Gianpaolo Cassarino, Enrico Achilli, Angela Durantini.

 

12 non attori leggono in una radura boschiva, brani da Le donne di Messina (1949) e da altri libri di Elio Vittorini. Sono operai e contadini che descrivono le dure condizioni di vita e di lavoro dopo la fine della Seconda guerra mondiale. 

 

Condividi su:

Scarica PDF:

image_pdf

Altri post

Mai piu’ indifferenza

Rivolgo un saluto molto cordiale, ai Presidenti del Senato, della Camera e del Consiglio dei ministri,

Iscriviti alla newsletter

E ricevi gli aggiornamenti periodici

NEWSLETTER NUOVI LAVORI – DIRETTORE RESPONSABILE: PierLuigi Mele – COMITATO DI REDAZIONE: Maurizio BENETTI, Cecilia BRIGHI, Giuseppantonio CELA, Mario CONCLAVE, Luigi DELLE CAVE, Andrea GANDINI, Erika HANKO, Marino LIZZA, Vittorio MARTONE, Pier Luigi MELE, Raffaele MORESE, Gabriele OLINI, Antonio TURSILLI – Lucia VALENTE – Manlio VENDITTELLI – EDITORE: Associazione Nuovi Lavori – PERIODICO QUINDICINALE, registrazione del Tribunale di Roma n.228 del 16.06.2008

Iscriviti alla newsletter di nuovi lavori

E ricevi gli aggiornamenti periodici