Seguici anche su Youtube

Newsletter

Industry 4.0: la smart factory necessita della smart union

Prima ci fu il motore a vapore. Poi quello elettrico. Negli anni ‘70 l’industria adottò l’automazione e l’ICT. Ora una quarta ondata tecnologica sta trasformando l’industria e le nuove potenzialità tecnologiche appaiono ingrado di cambiare per sempre il settore produttivo (figura 1).

Figura1 –Industrial revolutions one to four

 

Fonte:Fraunhofer IA2013

 

Industry 4.0 coinvolge nove tecnologie fondamentali: robot autonomi, real tà aumentata, il cloud, big datae analitica, sicurezza informatica, Internet delle cose (1) industriale, integrazione dei sistemi orizzontali e verticali, simulazio ne e produzione additiva (figura 2).

Figura2

  

Queste tecnologie sono già tutte implementate anche se in modi diversi. In dustry 4.0 sta per riunirle e integrarle. Quando operano nell’ambito di un sistema coeso, anziché essere isolate, esse consentono di attivare un nuovo modello produttivo e modificare la natura dei rapporti tra fornitori, produt tori e clienti, così come tra uomo e macchina. La nuova connettività permette una maggiore flessibilità, tempi di reazione minimi, minori sprechi e una produzione sempre più su misura, a lotti più piccoli, quasi “sartoriale”, come viene definita. Al cuore di Industry 4.0 c’è la messa in rete delle diver se fasi e aree della fabbrica: lo sviluppo di nuovi prodotti, la produzione, la logistica e il rapporto con la clientela. Per intenderci, non si tratta tanto di una nuova macchina, ma piuttosto nell’integrazione di varie forme di auto mazione intelligente nell’industria, con l’accelerazione dei processi innovati vi, oggi spesso dispersi in mille rivoli.

Grazie alla versione industriale dell’Internet delle cose, per esempio, le macchine sono in grado di comunicare tra loro mentre imparano lavorando al fianco degli esseri umani, il che le rende molto più intelligenti.

 

 (*) Marco Bentivogli  Segretario generalFIM CISL

Condividi su:

Scarica PDF:

image_pdf

Altri post

Da consumatore a produttore

Da un bel po’ di giorni, gli italiani sono alle prese con la quadratura dei conti

Iscriviti alla newsletter

E ricevi gli aggiornamenti periodici

NEWSLETTER NUOVI LAVORI – DIRETTORE RESPONSABILE: PierLuigi Mele – COMITATO DI REDAZIONE: Maurizio BENETTI, Cecilia BRIGHI, Giuseppantonio CELA, Mario CONCLAVE, Luigi DELLE CAVE, Andrea GANDINI, Erika HANKO, Marino LIZZA, Vittorio MARTONE, Pier Luigi MELE, Raffaele MORESE, Gabriele OLINI, Antonio TURSILLI – Lucia VALENTE – Manlio VENDITTELLI – EDITORE: Associazione Nuovi Lavori – PERIODICO QUINDICINALE, registrazione del Tribunale di Roma n.228 del 16.06.2008

Iscriviti alla newsletter di nuovi lavori

E ricevi gli aggiornamenti periodici