Approfondimenti

Error: No articles to display

Ultime da NL

La ''BIBLIO''teca di NL

NUOVI LAVORI ha arricchito il suo bagaglio di attivita' con nuovo strumento editoriale: "LA BIBLIOTECA DI NUOVI LAVORI", "BiblioNL", che sarà un allegato alla NEWSLETTER. Con "BiblioNL", arricchiamo la nostra offerta con un servizio di documentazione, segnalazioni, aggiornamento e formazione di respiro europeo e internazionale ...

WeCanJob

Il portale di orientamento professionale che vuole essere la tua finestra sul mondo delle professioni e dei mestieri. Testimonianze dal mondo del lavoro e interazione con la redazione di esperti arricchiscono l’esperienza di navigazione, per fornire informazioni chiare ed aggiornate, espresse in un linguaggio semplice. Per ciascun profilo troverai informazioni sulla formazione necessaria, i contenuti tecnici, le possibilità di carriera ed il potenziale di sviluppo.  >>>

Parola d’ordine: convivenza, integrazione, responsabilita’

Raffaele Morese

Carsicamente, riappare sulla scena delle italiche miserie mai risolte, la questione dello smaltimento dei rifiuti. Se farli finire in fumi o sotterrarli. Termovalorizzatori versus discariche. Per la verità è anche in auge una “terza via”: strapagare a chi questo dilemma non se lo pone, perché è da t...

Leggi tutto

Cantone: ''Chi governa trovi soluzioni''

Fiorenza Sarzanini *

«L’unica cosa che bisogna fare in Campania è evitare una nuova emergenza legata ai rifiuti. E dunque chi ha l’autorità di governo deve proporre soluzioni il più possibile condivise, senza limitarsi a sollevare questioni». Raffaele Cantone, presidente dell’autorità Anticorruzione, ci tiene a sottolin...

Leggi tutto

Rifiuti, basta dire NO. L’esempio di Berlino

Umberto Minopoli *

Nel paese modello della gestione dei rifiuti e sede del più forte movimento ambientalista del mondo si producono ogni anno 50 milioni di tonnellate di rifiuti: l’80% di essi viene recuperato. Una quota minima va in discarica. Dell’80% recuperato, il 70% è riciclo, il 10% va nei termovalorizzatori (i...

Leggi tutto

Germania al top per riciclo, Nord-Europa leader negli inceneritori

Jacopo Giliberto*

L’Italia dei bisticci politici, dei comitati nimby e del no agli impianti; l’Italia della maleducazione compulsiva davanti ai cassonetti o sul bordo delle strade; l’Italia delle ecoballe e delle balle ecologiche è tra i Paesi più forti nel riciclo dei rifiuti.  In Italia e nel mondo. Viene ricupera...

Leggi tutto

Termovalorizzatore, la polemica Crimi-Del Bono

Pietro Gorlani*

L’emergenza rifiuti in Campania ha dato seguito ad una scia di polemiche nelle quali Brescia — che ha il termovalorizzatore più grande d’Italia (aperto nel 1998, brucia 726 mila tonnellate l’anno di rifiuti) — viene citata come esempio virtuoso o meno, a seconda delle posizioni politiche.  L’affond...

Leggi tutto

Le imprese del settore non hanno dubbi

Luca Pagni *

“Siamo di fronte a una emergenza nazionale, di cui si parla ancora poco: i termovalorizzatori non sono più in grado di ricevere altri rifiuti, se non a tariffe sempre più elevate. Così, per risparmiare per lo smaltimento ci si rivolge a società poco serie, per non dire di peggio: non ci si deve sorp...

Leggi tutto

Analisi di particolato da termovalorizzatori

Anna Bott*

La scelta di una strategia per la gestione dei rifiuti che risulti il meno possibile dannosa per l’ambiente e per la salute umana rappresenta una questione attuale e piuttosto urgente.La quantità di rifiuti prodotta a livello mondiale, infatti, è dell’ordine delle decine di milioni di tonnellate all...

Leggi tutto

Dall’economia del riciclo all’economia circolare.

Ambiente Italia – Kyoto Club*

Questo è un rapporto sull’economia circolare in Italia. Dalla ormai consolidata analisi dell’economia del riciclo passiamo alla più ampia economia circolare.  Sulla scorta del pacchetto europeo relativo alle politiche per l’economia circolare e in particolare alle politiche per i rifiuti e i prodot...

Leggi tutto

Imagination au pouvoir, un raffronto indecente ma istruttivo

Raffaele Morese

Lo so, può diventare irriverente creare un collegamento, sia pure debole, tra le vicende che caratterizzarono il 1968 e quelle odierne. Ma osservando la situazione italiana, nel suo complesso, modellata dall’azione del Governo legastellato, mi torna alla mente, con costanza, uno dei più fortunati sl...

Leggi tutto

I rischi per l'economia globale sono aumentati

Banca d’Italia*

Nelle principali economie avanzate la crescita rimane solida, ma il commercio mondiale ha sensibilmente rallentato e sono affiorate tensioni finanziarie e valutarie nei paesi emergenti più fragili. Sono aumentati i rischi globali che discendono dalle possibili ripercussioni delle misure protezionist...

Leggi tutto