RIFORMA COSTITUZIONALE

Convegno della Fim Cisl sulla Riforma Costituzionale previsto a Roma presso il Grand Hotel Palatino  il 22 settembre  alle h. 14.00. Sbloccare il Paese, rilanciare economia e lavoro

Leggi tutto

CONNETTERE L’EUROPA

Per un nuovo modello audiovisivo europeo. Per un servizio pubblico europeo  Presiede Luigi Covatta  Introduce Sergio Zavoli  Relazioni di:  Enrique Bustamante (Università Computense, Madrid)  Giuseppe Richeri (Università, Lugano)  Michele Sorice (Università LUISS, Roma)   Credibilità dell’i...

Leggi tutto

Presentazione libro M.Bentivogli

ABBIAMO ROVINATO L'ITALIA?. Perchè non si può fare a meno del sindacato. Lunedì 4 luglio 2016 - ore 14.45 - Residenza di Ripetta - via di Ripetta, 231 Roma con Franco Bernabè - Carlo Dell’Aringa -Bruno Manghi - Irene Tinagli coordina Stefano Cingolani - Il Foglio Presentano il libro di Marco Ben...

Leggi tutto

Ultime da NL

La ''BIBLIO''teca di NL

NUOVI LAVORI ha arricchito il suo bagaglio di attivita' con nuovo strumento editoriale: "LA BIBLIOTECA DI NUOVI LAVORI", "BiblioNL", che sarà un allegato alla NEWSLETTER. Con "BiblioNL", arricchiamo la nostra offerta con un servizio di documentazione, segnalazioni, aggiornamento e formazione di respiro europeo e internazionale ...

Una scelta consapevole

Raffaele Morese

Voterò si al referendum sulla riforma costituzionale. Questa newsletter, in genere, non si schiera sulle faccende politiche e cerca sempre di essere la più obiettiva possibile. Ma in questo caso sarebbe da ipocrita non dichiararsi. Certo, potevamo decidere di sorvolare, di non immischiarci. Il tema ...

Leggi tutto

Unire gli italiani riformando la democrazia

Giuseppe Vacca*

Nel 1993 Guido Carli concludeva le sue memorie dedicando al Trattato istitutivo dell’Unione Europea (il Trattato di Maastricht) parole profetiche per il nostro paese. “La classe politica italiana, egli scriveva, non si è resa conto che, approvando il Trattato, si è posta nella condizione di avere ac...

Leggi tutto

Non ci sono rischi di autoritarismo, ma solo maggiore stabilità

Luciano Violante*

Questa nota intende esporre le ragioni del Sì nel referendum costituzionale che si terrà a novembre. Si divide in tre brevi parti. La prima è una premessa tendente a spiegare le ragioni per le quali questa è una scelta importante tanto per chi vota Sì quanto per chi vota No. Nella seconda parte si i...

Leggi tutto

Cambiare la seconda parte, renderla coerente con la prima

Stefano Ceccanti*

Il criterio di fondo con cui valutare la riforma costituzionale e la connessa riforma elettorale dovrebbe essere il seguente: l’attuale Seconda Parte della Costituzione è una risorsa o un ostacolo nel realizzare i Principi fondamentali della Prima Parte? 1. Il criterio e la memoria dell’inizio dell...

Leggi tutto

I 15 motivi per dire no

Gustavo Zagrebelsky*

Nella campagna per il referendum costituzionale i fautori del Sì useranno alcuni slogan. Noi, i fautori del NO, risponderemo con argomenti. Loro diranno, ma noi diciamo. 1. Diranno che “gli italiani” aspettano queste riforme da vent’anni (o trenta, o anche settanta, secondo l’estro) Noi diciamo ch...

Leggi tutto

Una riforma con vizio d’origine

Stefano Mugnai*

Non si cambia con i colpi di mano di una finta maggioranza quella che è la Costituzione di tutti gli italiani, con un vizio d’origine che un referendum non potrà certo sanare: in via generale sono questi i primi aspetti su cui Forza Italia fonda le proprie ragioni del NO, la scelta di voto che porti...

Leggi tutto

I danni del contenzioso Stato Regioni

Irene Tinagli*

Si parla molto dei risparmi che deriveranno dall’abolizione del Senato, dalla cancellazione definitiva delle province e del Cnel, stimati attorno ai 500 milioni di euro. Ma la Riforma non tocca solo i costi della politica. Tocca aspetti molto profondi delle nostre politiche economiche e sociali, e ...

Leggi tutto

Lettera ai cattolici democratici

Sandro Antoniazzi*

Diversi amici ed esponenti dell’area cattolica democratica hanno espresso una posizione negativa sul merito referendario, mentre altri continuano a manifestare a riguardo forti perplessità.   Non è una novità che tra i cattolici democratici si manifestino posizioni differenziate, essendo ormai venu...

Leggi tutto

Le politiche attive del lavoro nella Riforma

Carlo Dell'Aringa

Cosa Cambia: La nuova Costituzione prevede all’ art. 117 una modifica sostanziale della suddivisione delle competenze legislative tra Stato e Regioni in materia di lavoro. Da materia concorrente, la “tutela e sicurezza del lavoro” diventa di competenza esclusiva dello Stato. E si aggiungono anche: “...

Leggi tutto

Il tema del lavoro fra Costituzione e Riforma

Michele Uliano*

Il tema del lavoro è affrontato nei Princìpi Fondamentali della Costituzione sotto un duplice punto di vista: in primo luogo esso è posto, all'articolo 1, come pilastro sul quale è fondata la Repubblica; in secondo luogo, all'articolo 4, il diritto al lavoro viene riconosciuto a tutti i cittadini e ...

Leggi tutto