Approfondimenti

Aldo Moro, un assassinio di sistema

Il 9 maggio a Roma, presso la Biblioteca della Camera dei Deputati, nel quarantesimo anniversario dell’assassinio di Aldo Moro, l’Associazione Socialismo e Mondoperaio presentano un  dossier pubblicato sul numero di marzo della rivista, introdotto da Claudio Petruccioli e con interventi di Gennaro A...

Leggi tutto

Ultime da NL

WeCanJob

Il portale di orientamento professionale che vuole essere la tua finestra sul mondo delle professioni e dei mestieri. Testimonianze dal mondo del lavoro e interazione con la redazione di esperti arricchiscono l’esperienza di navigazione, per fornire informazioni chiare ed aggiornate, espresse in un linguaggio semplice. Per ciascun profilo troverai informazioni sulla formazione necessaria, i contenuti tecnici, le possibilità di carriera ed il potenziale di sviluppo.  >>>

La ''BIBLIO''teca di NL

NUOVI LAVORI ha arricchito il suo bagaglio di attivita' con nuovo strumento editoriale: "LA BIBLIOTECA DI NUOVI LAVORI", "BiblioNL", che sarà un allegato alla NEWSLETTER. Con "BiblioNL", arricchiamo la nostra offerta con un servizio di documentazione, segnalazioni, aggiornamento e formazione di respiro europeo e internazionale ...

Cerchiamo di non finire in un mare di guai

Raffaele Morese

Se 5 miliardi di euro vi sembran pochi….. E’ questa la cifra pari ai maggiori interessi che il Bilancio dello Stato deve mettere nel conto di pagare, se lo spread con la Germania non ritorna nell’alveo della normalità, intorno ai 100/130 punti. E siccome l’economia continua a tirare, sia pure con tu...

Leggi tutto

L’aumento del deficit è una trappola*

Carlo Cottarelli

Qualche giorno fa, il Presidente del Consiglio Conte nel suo discorso di richiesta di fiducia al Senato non ha indicato la permanenza dell’Italia nell’area dell’euro come una componente essenziale del programma di governo. Lo ha fatto solo nella sua replica, il che di per sé è strano. Ma al di là di...

Leggi tutto

La crisi del debito si supera con l'Europa e non contro di essa

Marco Causi*

Non ci sono i fondamentali dell'economia dietro i primi segnali di una possibile crisi finanziaria italiana. C'è la crisi politica, lo stallo, la confusione, l'insondabilità delle prospettive. Come a Weimar, che aveva domato l'iper-inflazione e varato un grande programma di opere pubbliche, con la ...

Leggi tutto

Chi ha in mano il debito pubblico italiano

Flavio Bini*

Chi è maggiormente colpito dalle turbolenze dello spread di questi giorni? Oggi una quota esigua del nostro debito pubblico è in mano, direttamente, ai piccoli investitori italiani, famiglie e imprese soprattutto, mentre circa un terzo è in quelle straniere. Banche, fondi e assicurazioni italiane de...

Leggi tutto

Un’idea per uscirne vivi e tornare a crescere*

Milena Gabanelli

Se l’Italia dovesse decidere di uscire dall’euro, dovrebbe versare alla Germania 443 miliardi, la Francia gliene dovrebbe versare 65, la Spagna 381, e così via: il totale per la Bundesbank sono 923 miliardi. Questa è la posizione dell’entourage Merkel, e i numeri saltano fuori dai saldi del sistema ...

Leggi tutto

L’Italia sotto il monitoraggio degli investitori*

Emilio Rossi**

I negoziati per la formazione del nuovo governo successivi alle elezioni del 4 marzo hanno provocato un’impennata della volatilità degli asset italiani e in misura più contenuta anche del Vecchio continente. Dopo la formazione del governo Conte i toni del dibattito politico italiano si sono smorzati...

Leggi tutto

Col piano Savona l’uscita dall’euro è un regalo ai ricchi*

Daniel Gros**

Il piano Savona - Paolo Savona è il ministro per gli Affari europei nel nuovo governo Lega- Movimento 5 stelle, ma è anche il principale autore di un piano che illustra come l’Italia potrebbe uscire dall’euro. Il piano è del 2015, ma solo ora è diventato di dominio pubblico. Ed è interessante perché...

Leggi tutto

La Banca d’Italia sul debito pubblico*

Luigi Signorini**

Secondo i programmi della Nota, dopo la discesa attesa per l’anno in corso, l’incidenza del debito sul PIL continuerebbe a diminuire, portandosi nel 2018 al 130,0 per cento. Si tratta di un valore sostanzialmente analogo a quello del quadro tendenziale, nonostante l’ampliamento (0,6 punti) dell’inde...

Leggi tutto

La società civile salvi il Paese

Raffaele Morese

Che sta succedendo? Forse, come molti dicono, una crisi del sistema istituzionale. La scomposizione sociale, con tutte le sue contraddizioni, ha contaminato la politica, i partiti, le culture dell’una e degli altri. Fino ad arrivare ad una discussione pubblica e di massa della parte più delicata del...

Leggi tutto

Le proposizioni errate del sovranismo no euro*

Leonardo Becchetti

L’Italia sta male, la colpa è dell’euro, uscendo dall’euro si risolvono i problemi. I sovranisti no euro sono molto abili a concentrare il 90 percento dei loro argomenti sul primo punto suscitando commozione e generando empatia (chi può negare i problemi economici?). Anche se l’argomento “l’Italia ...

Leggi tutto