Seguici anche su Youtube

Newsletter

Dalla società dei due terzi all’ alleanza fra meriti e bisogni

L’economia della creatività – Amarcord

Nella stagione in cui si preparò la conferenza “Meriti e bisogni” a Rimini (diciamo, per capirci, una quindicina di anni prima dell’avvento di internet) avevamo la percezione di una velocità della trasformazione dei caratteri dell’economia industriale che potremmo definire con tre parole: rapida, colorata, riequilibratrice (nel rapporto tra le economie dell’utile e le economie del bello).

Funzionavano gli uffici studi (pubblici e privati) come sensori interpretativi del cambiamento.

Funzionavano (abbastanza) i partiti come mediatori tra bisogni e diritti e, per una parte non grande ma sufficiente, anche nella rigenerazione in senso qualitativo della classe dirigente.

Funzionavano le aspettative di una nuova e possibile riforma delle istituzioni: bastava (pensavamo) solo sostituire forze troppo “mediatrici” nella guida del governo.

Ora gli “studi” – se si così si possono chiamare – sono sostanzialmente tesi al posizionamento, cioè sono in prevalenza di marketing non di interpretazione. L’ascensore tra bisogni e diritti lo fanno troppo spesso il …

 

 

 

(*)Professore all’Università IULM di Milano 

Condividi su:

Scarica PDF:

image_pdf

Altri post

Da consumatore a produttore

Da un bel po’ di giorni, gli italiani sono alle prese con la quadratura dei conti

Iscriviti alla newsletter

E ricevi gli aggiornamenti periodici

NEWSLETTER NUOVI LAVORI – DIRETTORE RESPONSABILE: PierLuigi Mele – COMITATO DI REDAZIONE: Maurizio BENETTI, Cecilia BRIGHI, Giuseppantonio CELA, Mario CONCLAVE, Luigi DELLE CAVE, Andrea GANDINI, Erika HANKO, Marino LIZZA, Vittorio MARTONE, Pier Luigi MELE, Raffaele MORESE, Gabriele OLINI, Antonio TURSILLI – Lucia VALENTE – Manlio VENDITTELLI – EDITORE: Associazione Nuovi Lavori – PERIODICO QUINDICINALE, registrazione del Tribunale di Roma n.228 del 16.06.2008

Iscriviti alla newsletter di nuovi lavori

E ricevi gli aggiornamenti periodici