Seguici anche su Youtube

Newsletter

Strada in salita per la raccolta dei rifiuti

Produzione di rifiuti urbani [tab 7]

(produzione annua pro Capite di rifiuti urbani (kg/ab); fonte: Censimento eCosistema urba- no XXii edizione) 

La produzione di rifiuti rappresenta una delle pressioni ambientali maggiori delle nostre città e non solo laddove sono scoppiate delle vere e proprie emergenze legate alla loro raccolta e smaltimento. Per questo motivo la riduzione della produzione dei rifiuti è un obiettivo importante presente in tutti i documenti e nelle politiche europee e nazionali. 

Nel 2014 la produzione pro capite di rifiuti urbani si è attestata in un intervallo che va da 366 kg a 798 kg/ab, con una media di 540 kg pro capite, che si attesta sui valori del 2013, dopo il calo registrato negli ultimi anni di crisi economica (561 kg/ab nel 2012 e 587 kg/ ab nel 2010). 

Sono 4 le città che restano al di sotto di quota 400 kg/abitante all’anno: Nuoro (366 kg/ab), Belluno (397 kg/ab), Benevento (398 kg/ab) e Crotone (399 kg/ab). Dall’altra parte della classifica, sfiorano gli 800 chili procapite all’anno Rimini (798 kg/ab) e Pisa (796 kg/ab), in calo rispetto all’anno precedente. 

Si sottolinea che spesso le maggiori produzioni di rifiuti caratterizzano città a elevata affluenza turistica e di popolazione pendolare o studentesca (non residente) oppure quelle dove è mag- giore la commistione con rifiuti assimilabili dall’industria. 

 

Rifiuti: raccolta differenziata [tab 8]
(% di rifiuti differenziati (frazioni reCuperabili) sul totale dei rifiuti urbani prodotti; fonte: Cen- simento eCosistema urbano XXii edizione) 

La percentuale di raccolta differenziata (RD) sul totale dei rifiuti urbani nel 2014 conferma la sua lenta crescita già registrata nelle ultime edizioni e si attesta su un valore medio di 43,90% (era di 41,15% nel 2013). Tuttavia anche quest’anno i dati testimoniano che il raggiungimento degli obiettivi di legge è ancora lontano: quello per il 2012, fissato al 65%, è stato raggiunto 

22 

solo da 12 città, mentre la soglia del 35%, prevista per il 2006, non è stata ancora raggiunta da 36 comuni. Spicca su tutti il dato di Pordenone che è l’unico capoluogo a superare l’80% di rifiuti raccolti e differenziati (85%), seguito da Trento e Belluno al 79%, Mantova quasi al 77% e Novara e Verbania al 72%. 

A conferma di una tendenza che si era già espressa negli ultimi anni, comunque, anche in alcu- ne città del Sud la RD si sta diffondendo come buona pratica: città come Benevento e Salerno hanno percentuali che superano il 65%, mentre Teramo, Oristano e Nuoro sono intorno al 60%. Tuttavia bisogna ricordare che tutte le 12 città che presentano i valori peggiori (con un RD infe- riore al 15%) si trovano esclusivamente al Sud, con Catanzaro, Enna, Foggia, Isernia, Messina, Palermo, Reggio Calabria, Siracusa e Trapani che non raggiungono il 10%. 

Si precisa che, in alcuni casi, i dati presentati risultano sottostimati rispetto a quanto dichiarato dai comuni poiché, per esigenze di comparabilità, la quota di raccolta differenziata viene cal- colata al netto di alcune voci (la più rilevante, ad esempio, è quella degli inerti). 

 

 

* ECOSISTEMA URBANO  ”XXII Rapporto sulla qualità ambientale dei comuni capoluogo di provincia”

Condividi su:

Scarica PDF:

image_pdf

Altri post

Mai piu’ indifferenza

Rivolgo un saluto molto cordiale, ai Presidenti del Senato, della Camera e del Consiglio dei ministri,

Iscriviti alla newsletter

E ricevi gli aggiornamenti periodici

NEWSLETTER NUOVI LAVORI – DIRETTORE RESPONSABILE: PierLuigi Mele – COMITATO DI REDAZIONE: Maurizio BENETTI, Cecilia BRIGHI, Giuseppantonio CELA, Mario CONCLAVE, Luigi DELLE CAVE, Andrea GANDINI, Erika HANKO, Marino LIZZA, Vittorio MARTONE, Pier Luigi MELE, Raffaele MORESE, Gabriele OLINI, Antonio TURSILLI – Lucia VALENTE – Manlio VENDITTELLI – EDITORE: Associazione Nuovi Lavori – PERIODICO QUINDICINALE, registrazione del Tribunale di Roma n.228 del 16.06.2008

Iscriviti alla newsletter di nuovi lavori

E ricevi gli aggiornamenti periodici